Le meraviglie del possibile

(scatenare) Immaginari per cambiare e scoprire.


Dopo il
percorso fatto insieme nel 2016 su spazi, saperi ed emozioni, snark e Baumhaus stanno lavorando insieme per costruire scenari con cui coinvolgere nuove comunità intorno al progetto, che ha trovato da poco una casa nel parco del Dopo Lavoro Ferroviario di Bologna.

In occasione del festival Baum 2018 siamo partiti da ciò che c’è già nel parco, usando elementi non belli, trascurati e brutti per trovare nuove narrazioni su quello che viviamo e che abbiamo attorno. La fantascienza ha sempre affascinato snark per la forte relazione tra finzione e saperi, tra politica e sogno.
Le meraviglie del possibile è quindi un’antologia di interventi per esplorare ciò che abbiamo intorno, partendo dal parco del DLF e da Baumhaus.
Uno strumento per guardare in modo diverso e non funzionale a ciò che siamo e che viviamo.

Perchè prima di risolvere e cucire è importante guardare e dire quello in cui siamo immersi, che siano confini, ingiustizie, assenze o cose ignorate. Il resto poi seguirà.

michele x snark x baum 2018

 

tracce
Sergio Solmi e Carlo Fruttero (a cura di) – Le meraviglie del possibile
Teresa Rampazzi – Musica Endoscopica

Valerio Evangelisti – Metallo Urlante
Jon Hassell – Earthquake Island
Carlo Fruttero e Franco Lucentini – L’ Italia sotto il tallone di F&L
Keri Smith / Risveglia la città!
Mohsin Hamid / Exit West

FOTO: Nicholas Forker + Clint Spaulding

 

GALLERIA SPAZIO-TEMPORALE