Ripercussioni

(l’inizio di un sentiero)

 

 

 

 

 

 

Da sempre la musica segue le esperienze che facciamo, in giro per il mondo, attraverso ciò che attraversiamo. La usiamo per raccontare l’allontanamento da ciò che chiamiamo casa, come cura e come denuncia.

In occasione del Black History Month abbiamo messo insieme un percorso che è un invito alla scoperta di alcune esperienze di allontanamento e di diaspora, tra l’oceano Atlantico e il Mediterraneo, per invitarvi a scoprire che siamo tutti dentro alla diaspora, in modi diversi ma prossimi.

È un percorso tra canzoni di migrazione, resistenza e amore.
Le mappe ospitano alcune canzoni e alcune storie da portare con voi.
Nell’installazione trovate altri post it per aggiungere le vostre canzoni, collegare storie e luoghi.

canzoni (in progress):
Aquele Abraço
Partir Loin
Lampedusa

dove:
Numero 0 –> 25 febbraio 2017 Kilowatt Bologna per Black History Month Florence @ Kilowatt
A marzo le trovate sulle pareti di Camera a Sud, in via Valdonica 5, sempre a Bologna

per approfondire:
Fortress Europe
Rebecca Solnit / The Future needs us
Lamin Fofana, Drexciya and the migrant crisis
I have left you the mountain
-> michele#snarkive.eu

 

english brevitas:
Music always follows our experiences, around the world, through the things we go through.
we use it to tell the displacement from what we call home, either as an act of care and a statement.
This is a short path made of songs of migration, resistance and love.
if you like add yours!